Abbate (Modica): “Musumeci, facci gialli”. Ma gli altri sindaci, dove sono?

Il Sindaco Abbate chiede a Musumeci la zona gialla per la Provincia di Ragusa. Ma perchè non l'hanno chiesta tutti i sindaci? Vale chi arriva prima?

MODICA – Il Sindaco di Modica, Ignazio Abbate, alla luce della decisione del Presidente Musumeci di colorare di rosso l’intera Regione, ha deciso di scrivere al Governatore e all’Assessore alla Sanità per chiedere ufficialmente di rivedere la propria posizione e cambiare il colore del territorio ibleo passandolo almeno ad arancione se non a giallo.

Invito il Presidente della Regione e l’Assessore – si legge nella missiva – a rivedere la propria posizione e a emettere un’ordinanza che faccia uscire la Provincia di Ragusa dalla zona rossa perché è palese che i danni che la zona rossa provocherà alle famiglie e alle aziende non sono assolutamente giustificabili dalla situazione epidemiologica attuale”.

Secondo i numeri il 30 novembre in provincia si registravano 2.306 positivi, rispetto ai 745 di oggi, con un abbattimento del 70%.

Su 100 ricoverati di cui 17 in terapia intensiva oggi si hanno 28 ricoveri con 7 in terapia intensiva ( 18 a Ragusa e 10 a Vittoria).

A Modica – continua Abbate negli screening di massa sempre a novembre risultava positivo l’1% di coloro che si sottoponeva ai test contro lo 0,35% di oggi. A questi che si sono consolidati nelle ultime settimane, aggiungiamo che nella giornata di domenica 17 gennaio in provincia si sono effettuati 4464 tamponi con 21 positivi (0,47 %).

Certo, i numeri danno ragione al Sindaco di Modica. E fanno capire che Musumeci forse si affida ad un comitato tecnico scientifico isolano (o isolato) e, per evitare rischi, si è messo a “fare di tutta l’erba un fascio“.

Ma, piuttosto: perchè questa lettera non l’hanno scritta e sottoscritta tutti i sindaci? Non hanno uno il cellulare dell’altro per telefonarsi proprio per tali occasioni?

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.