Aerolinee Siciliane: la nuova compagnia aerea ‘della’ Sicilia

Con l'idea di un azionato diffuso che possa rendere la Sicilia 'proprietaria' delle sue linee aeree, torna in "pista" Luigi Crispino con le Aerolinee Siciliane. Base operativa a Comiso. E cominciano le assunzioni di personale

CALTAGIRONE/COMISO – Prendono vita le Aerolinee Siciliane, la nuova compagnia area ‘made in Sicily’ che potrebbe rappresentare un vero e proprio motore di sviluppo, specie nel settore del turismo, favorendo l’incoming.

Ad avere questa idea e coinvolgere le altre parti, Luigi Crispino, un nome non nuovo al mondo dell’aviazione civile.

Crispino, infatti, fu l’imprenditore ‘inventore’ di Air Sicilia, una delle prime compagnie low-cost fondata nel 1994 e che poi cessò l’operatività nel 2003.

Per quel fallimento fu accusato di ‘bancarotta fraudolenta’ ma poi assolto con un chiaro ‘Perchè il fatto non sussiste‘.

Crispino, evidentemente con le ‘ali’ nel sangue, rientrò nella partita con la WindJet, compagnia che per un po’ si stagliò negli orizzonti come una linea aerea che colmava il vuoto nei cieli per i Siciliani sparsi in Italia ed in Europea. Nel 2008, trasportò 2.900.000 passeggeri (fonte: La Sicilia)

Anche quella impresa non finì in gloria con un rinvio a giudizio per il presidente ed il management di allora per ‘bancarotta fraudolenta’ tra cui non compare il nome di Crispino.

Sbagliando si impara. E si ricomincia

Con nuove idee, esperienza che viene anche dagli errori, Crispino & Co sono nuovamente in decollo, con una compagnia che vuole essere del ‘territorio’.

Appunto le Aerolinee Siciliane, un nome classico, quasi anni 60, ma che non lasciano dubbi sul da dove decollano.

Luigi Crispino il patron della Aerolinee Siciliane

Un legame così stretto con la Trinacria che, a parte il logo, è soprattutto verso l’azionariato diffuso che si guarda come capitale finanziario da impegnare.

Ecco allora i ‘soci frazionari‘, piccoli investitori da riunire in cooperativa e forse uno dei cardini di questa impresa e poi i ‘soci imprese‘ ed i ‘soci individuali‘.

Da Leggere  Cittadinanza a Domenico 'Mimmo' Lucano? Grazie, no!

Una struttura leggera ma trasparente che dovrebbe beneficiare dell’evoluzione del traffico areo anche da/per la Sicilia, magari capace di incentivare voli ‘d’affari’ ma certamente provider fondamentale per i flussi turistici, vera ‘industria’ siciliana che necessità di ben altre attenzioni che le attuali.

Base operativa all’aeroporto di Comiso

Mentre si definisce la struttura azionaria, la nuova compagnia si ‘sposa’ con la provincia iblea.

Non poteva essere diversamente, visto che uno dei 4 aeroporti dell’Isola, è a Comiso.

Ma oltre a decollare ed atterrare, Aerolinee Siciliane ha in progetto anche di avere la propria sede operativa all’Aeroporto di Comiso.

E’ stata infatti avanzata richiesta all’ENAC per ottenere il Certificato Operatore Aereo (COA) indicando come la sede operativa per il coordinamento voli sia nella “Palazzina 20” che si trova proprio di fronte all’ingresso dell’Aeroporto Pio La Torre, dove si terranno anche i briefing con gli equipaggi.

Assunzioni per ‘cabin crew’ e piloti

La prova del nove è il primo volo. Secondo alcune indicazioni, dovrebbe essere il prossimo 14 giugno 2020.

Peraltro la neo-compagnia ha anche aperto il ‘recruitment‘, le assunzioni.

Per adesso la richiesta è per ‘piloti’ e “cabin crew”, ovvero personale di cabina (le ‘hostess’ anche se è un termine scorretto).

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.