L’estate non è manco iniziata. E già fioccano i divieti

Divieti di balneazione nei tratti di costa ricadenti nel territorio comunale per la stagione balneare 2019

RAGUSA – Non è neanche scattata l’ora legale (31 Marzo), è appena passato l’Equinozio (20 Marzo), il Solstizio sarà il 21 giugno.. ma i divieti di balneazione per la stagione estiva, arrivano già.

In pole-position il comune di Ragusa che con la “ordinanza sindacale n.175 del 25 marzo 2019” impone il divieto di balneazione, nel periodo compreso tra il 1° maggio ed il 31 ottobre 2019 (ma prima e dopo si può fare il bagno?) per:

inquinamento in corrispondenza della foce del fiume Ippari, per il tratto ricadente nel Comune di Ragusa della lunghezza di 175 ml. (compreso fra i punti di coordinate geografiche WGS 84 a 4 cifre decimali con inizio tratto Lat. 36,8754, Long. E 14,4393 e fine tratto Lat. 36,8761, Long. E 14,4389)“.

Lontani dal porto di Marina di Ragusa

Il divieto di balneazione è imposto, “per altri motivi” (quali?), anche nel:

tratto di mare occupato dal porto turistico di Marina di Ragusa per una lunghezza di 630ml. (compreso fra i punti di coordinate geografiche WGS 84 a 4 cifre decimali con inizio tratto Lat.36,7816, Long. E 14,5497 e fine tratto Lat. 36,7819 Long. E 14,5425)”.

Non si salva neanche la foce dell’Irminio perchè il divieto è anche:

nei tratti di costa vincolati a parco o ad oasi naturali in corrispondenza della Macchia Foresta del Fiume Irminio ricadente nel Comune di Ragusa , per una lunghezza di 2.300 ml. (compreso fra i punti di coordinate geografiche WGS 84 a 4 cifre decimali con inizio tratto Lat. 36,7728, Long. E 14,5957 e fine tratto Lat 36,7795, Long E 14,5722).

Ovviamente le ordinanze non sono un piacere sadico delle amministrazione. In questo caso il Sindaco di Ragusa Cassì fa riferimento

alle disposizioni contenute nel Decreto Dipartimento Generale ed allegati n. 421/19 del 19 marzo scorso dell’assessorato della Salute – Dipartimento Attività Sanitarie ed Osservatorio Epidemiologico della Regione siciliana relativo alla stagione balneare 2019 (1° maggio-31 ottobre)“.

Ma la domanda è: prima del 1° Maggio e dopo il 31 ottobre, l’inquinamento sparisce? E sto inquinamento si può combattere solo con una ordinanza? Inquinando inquinando, dove vogliamo arrivare?

Da Leggere  Circuito degli Iblei, altro consorzio pro-fondi ?

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.