L’avvio ufficiale del Taranta Sicily Fest 2017

SCICLI- Se qualche giorno fa, in un veloce scambio di battute con Peppe Stimolo, tra gli organizzatori del Taranta Sicily Fest l’aria era funebre perchè ‘il taranta quest’anno non lo facciamo‘, oggi si cambia completamente regime: il Taranta Sicily Fest si fa.

E sarà gratis.

Una giravolta praticamente a 360° rispetto le passate 7 edizioni in cui, anche per coprire i costi di gestione, si era sempre pensato ad un biglietto di ingresso.

Gratis e nuova location

Perchè, accanto alla gratutità, cambia anche la location. E così dalla pittoresca ‘cava di San Bartolomeo‘, si passa ad un altro dei ‘valloni’ che creano la struttura orografica del paese: si passa in Piazza Italia che non è altro che la copertura del vecchio vallone e canale di raccolta che convoglia le acque piovane verso il mare.

Piazza Italia quindi location e 13 agosto come data della prossima 8^ edizione del Taranta Sicily Fest.

Ed il palco dovrebbe essere montato, ci dicono, nella stessa posizione del palco delle Milizie: spalle a san Matteo e la prospettiva della piazza di fronte.

13 agosto: data strategica

La data del 13 agosto, è davvero strategia.

Prima di tutto, perchè è un lunedi, ovvero, viene dopo un week end. Questo rende altamente probabile che chi vuole assistere al taranta, possa anche decidere di passare qui dal sabato al lunedi, quindi pernottando: che in un turismo di ‘toccata-e-fuga’, non è male.

Ma anche che questo lunedi 13 viene poco prima del mercoledi 15, Ferragosto: una attrazione fatale per chi vuole passarla in maniera diversa e quindi fare, esempio, un week end lungo che dal siracusano, catanese, palermitano, lo porti nel turismo ibleo.

Da Leggere  Roy Paci in Sicily Jass apre il 'Spacca Doc Fest 2016'

Se quindi questo appeal al movimento ed allo scoprire la taranta nei luoghi di Montalbano, il ‘rischio’ è di avere 5/6 giorni di super affollamento in città, dal centro città al mare.

Intervento Comune + Privati

Una manna per i privati, dai bar – i favoriti da questo turismo mordi-e-fuggi – alle struttura alberghiere e di pernotto che potrebbero vedere un aumento delle prenotazioni. Anche se, la settimana centrale di agosto, è generalmente full.

Ecco perchè i privati, e l’amministrazione comunale, hanno messo mano a portafoglio ed organizzazione, per rendere gratuito l’evento, caricandosi dei costi di gestione ed organizzazione.

Non sappiamo quando ha messo il comune (abbiamo cercato nel sito ‘trasparenza’ del comune ma non abbiamo trovato, avremo cercato male) ma tutta la gestione e l’organizzazione dovrebbe arrivare a cifre intorno ai 30.000€.

Poco male. Il giro d’affari atteso potrebbe giustificare tale intervento con effetti a cascata che si trasferiscono lungo la filiera produttiva ed economica della città, lavoratori stagionali compresi.

Certo, sapere l’investimento economico necessario da parte della città e dei cittadini, sarebbe corretto e trasparente. Se intervento economico comunale e non di solo patrocinio gratuito c’è stato, magari sarà rintracciabile a posteriori.

Maggiori informazioni si sapranno in settimana. E’ prevista infatti la firma del contratto con due band di taranta, ambedue del Salento, che dovrebbero tenere alto il ritmo della serata.

Segretezza sui nomi perchè ‘fin quando non si firma il contratto, non siamo sicuri di poterlo dire‘.

Di certo si spera siano due gruppi davvero morsicati dalla taranta e non magari gruppi folk meno adatti ad una tale kermesse, come ci siamo trovati a commentare lo scorso anno, con delle nenie siciliane non utili-per-la-quale.

Da Leggere  Sempre più in grande il festival 'A Tutto Volume' di Ragusa

Folla incontrollabile?

Il problema che sta emergendo, è però del controllo delle presenze.

Se al turismo 10.000 persone in più porterebbero ‘casino’ ma sostanzialmente valore economico aggiunto, gestire una piazza con 10.000 persone potrebbe essere un ‘casino’ e basta.

Lo scorso anno, la capienza della cava di San Bartolomeo fu contingentata a circa 3.000 persone con controlli di polizia all’ingresso.

I controlli all’ingresso da parte di CC e PS

Si veniva dai fatti ‘caldi’ di Torino e dai morti e feriti in occasione della diretta calcio di piazza San Carlo e le autorità di Polizia non volevano bis.

Senza contare il rischio attentato terroristico islamico con camion: tanto è vero che ci furono dei mezzi pesanti messi di traverso per bloccare eventuali follie.

La gestione adesso di un accesso gratuito dalle mille vie che arrivano in piazza Italia, sarà un bel rompicapo per polizia, prefettura, questura e carabinieri.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.