I documentari allo SpaccaDoc Festival

ISPICA – Inaugurata la sezione ambiente di Spacca Doc_Fest, giovedì scorso 11 agosto, con il documentario Mare Carbone di Gian Luca Rossi.

Premiato quale miglior documentario al Festival CinemAmbiente di Torino nel 2015 il film, tuttavia, si discosta dal documentario di inchiesta e dal reportage e, per scelta stilistica del regista, adotta lo sguardo personale della protagonista, Margherita, presente insieme a Gian Luca Rossi alla serata e al dibattito. Il film, che racconta il territorio della Grecanica con le sue bellezze e le sue ferite, lascia parlare le immagini, le voci e la storia. Lo sguardo di Margherita, la protagonista, collega passato e presente ed è attraverso questo che natura e umanità di questi luoghi prendono corpo da soli sfuggendo quasi alla volontà del regista e mostrando bellezza anche laddove il territorio si mostra ferito da disastri naturali o indotti dalla mano dell’uomo.

Forte anche questa volta la presenza di pubblico che ha scelto di conoscere e approfondire la vicenda della costruzione della Centrale a Carbone nelle Saline Ioniche. Gian Luca Rossi ha sottolineato il contributo fornito alla realizzazione del film da parte delle numerose realtà associative e produttive presenti nei territori interessati, tra le quali il Coordinamento delle Associazioni dell’Area grecanica, Legambiente e No Carbone.

Un altro successo per lo Spacca Doc_Fest, che da appuntamento a giovedì prossimo 18 agosto con il documentario Sponde – nel sicuro sole del Nord di Irene Dioniso per la sezione Spaccati Sociali di questa seconda edizione 2016.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.