Donnafugata Film Festival dal 16 agosto

RAGUSA – Cinema, ma anche letteratura, poesia e arte saranno i protagonisti del Donnafugata Film Festival in programma da martedì 16 a domenica 21 agosto, che si presenta con un calendario ricchissimo di proposte, tutte di altissimo livello, curate dal direttore artistico e ideatore del festival Salvatore Schembari in stretta sinergia con il regista e critico Francesco Calogero.

Segno della Vergine

Quest’anno ad essere omaggiati saranno registi e attori nati sotto il segno della Vergine, a partire dallo stesso guest director Simone Emiliani, il direttore della rivista di cinema “Sentieri Selvaggi” che ha aiutato Schembari nella stesura del programma.

L’eccentrica sezione ZodiacFilmFest ospiterà nei quattro schermi del Festival posti in altrettante aree del Castello (la Sala Bianca, il Cortile Grande, l’Arena del Castello e la Fontana della Vergine), le pellicole di alcuni degli attori e registi più famosi al mondo nati sotto questo segno zodiacale, come Greta Garbo, Ingrid Bergman, Sophia Loren, Anna Karina, Peter Sellers, Sean Connery, Richard Gere, Vittorio Taviani, Ethan Coen, Tim Burton, Werner Herzog, Brian De Palma, solo per citarne alcuni.

Arte…vergine di eventi

Ma il Donnafugata Film Festival è anche esaltazione dell’arte, a partire dagli stessi manifesti di questa edizione. Sono stati infatti tre artisti di fama, apprezzati dalla critica e non solo, e tutti ovviamente del segno della Vergine, ad avere realizzato le tre immagini delle locandine ufficiali.

Si tratta di Giovanni Robustelli, giovane artista vittoriese, Giuseppe Bombaci, pittore siracusano, e Velasco Vitali, pittore e scultore noto per le sue sculture raffiguranti figure canine e che già nella scorsa edizione è stato protagonista dell’ammirato doc “Il segno delle mani”.

Da Leggere  Stupidini e furbetti ai tempi del corona

Il programma di questa ottava edizione prevede diversi appuntamenti dedicati all’arte. Lo stesso Robustelli sarà protagonista di due eventi da non perdere: il primo riguarderà la realizzazione in estemporanea di opere ispirate al lungometraggio di Carmelo BeneNostra Signora dei Turchi” del 1968. I tanti visitatori e spettatori potranno dal vivo ammirare l’artista dare vita alle sue creazioni che prenderanno forma lentamente, traendo ispirazione continua dal suggestivo contesto e dalla magica atmosfera che si respirerà nei vari momenti. Titolo della performance è “Il più cretino” e sarà fruibile all’Atelier dei Cortili per tutto il periodo di svolgimento del Festival.

Il secondo grande evento vedrà impegnato il pittore vittoriese in un confronto a distanza ravvicinata con il regista Vincenzo Cascone. In piena contaminazione tra arte e cinema, su una grande tela e secondo un ordine e un ritmo scelto da Cascone verranno proiettate delle scene tratte dal film “Nostra Signora dei Turchi” che saranno riprese con il pennello dal pittore vittoriese. Questo evento, intitolato “Al macero – immagini in esaurimento – Robustelli vs Cascone”, è in programma sabato 20 agosto alle ore 22.00, sempre all’Atelier dei Cortili.

Infine, da martedì a domenica sarà possibile visitare la mostra Remake #2 di Giuseppe Bombaci allestita negli spazi del Castello.


Il Donnafugata Film Festival è organizzato dal Cinestudio Groucho Marx e dalla Fondazione degli Archi, in collaborazione con la Fondazione Gesualdo Bufalino e Archinet Srl, e patrocinato dalla Città di Ragusa. L’ingresso è libero.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.