Il turismo nel Sud Est della Sicilia potrebbe, condizionale come d’obbligo sempre in questi casi, avere una bella spinta da quasi 9 milioni di euro. Una spinta che dovrebbe riuscire a convogliare in quest’area, ancora più turisti.

Sarà infatti firmata lunedi 4 giugno, alle ore 16, la convenzione con i sindaci dei comuni iblei per l’avvio dell’iter del bando di gara per l’incremento dei flussi turistici nel territorio afferente l’aeroporto di Comiso.

L’importo che sarà messo a gara comprende i quasi 7 milioni di euro già stanziati dalla Regione Sicilia, dal Libero Consorzio Comunale di Ragusa, dalla Camera di Commercio del Sud Est e dal Comune di Ragusa ai quali si aggiungono ulteriori 1,7 milioni di euro stanziati dalla Regione Sicilia con l’ultima legge finanziaria regionale.

Proprio la finanziaria regionale è stata ‘accusata’ di essere causa del ritardo nella definizione di questa linee guida e quindi pubblicazione del bando.

Comiso capofila

Capofila del bando sarà il comune di Comiso e non la società di gestione dell’aeroporto, come ipotizzato in prima battuta. Pertanto le somme messe a disposizione dagli enti pubblici per l’attuazione del progetto non transiteranno più nelle casse di Soaco, società di gestione dell’aeroporto di Comiso.

Ricevuta la firma del decreto assessoriale, Soaco, il cui ruolo è solamente quello di coordinare e assistere i comuni iblei nella realizzazione tecnica del progetto, si è immediatamente attivata per proseguire – insieme ai Sindaci dei Comuni Iblei, al Libero Consorzio Comunale di Ragusa e alla Camera di Commercio del Sud-Est – l’iter burocratico per la pubblicazione del bando di gara.

Stazione appaltante del bando di gara sarà la Cuc (Centrale Unica di Committenza) Trinakria Sud dei Comuni di Comiso – Mazzarrone – Vittoria – Acate – S, Croce Camerina.

Da Leggere  Danz'Arte a Ragusa dal 27 luglio

Turismo da leone nel Mezzogiorno

Il turismo continua ad essere fattore trainante per l’economia dell’intera Nazione. Secondo i dati del Mibac (ministero del turismo), la spesa dei turisti stranieri in Italia aumenta del +6,8% nei primi undici mesi del 2017 rispetto al 2016 arriva a un ammontare complessivo di 37 miliardi di euro secondo i dati di Banca d’Italia.

Una tendenza generalizzata in tutte le destinazioni del Paese, ma che è più rilevante nelle regioni del Mezzogiorno, dove l’aumento della spesa degli stranieri è stata pari al +23,5% rispetto allo stesso periodo del 2016.

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.