Scicli è sul New York Times. Ma purtroppo non lo è per le sue decantate bellezze, per ‘san’ Montalbano, per il mare o per ‘i scacci’.

C’è perchè il giornale riporta con enfasi le minacce al giornalista Paolo Borrometi (di Modica) che da 5 anni è costretto ad avere la scorta h24 perchè è stato minacciato più volte dai clan.

In un lungo articolo sul NYT, Paolo viene affiancato agli altri 200 circa operatori dell’informazione che a vario titolo sono minacciati per avere avuto l’ardire di raccontare di mafia, di malaffare.

Di quelle perversioni sociali che hanno minato la società meridionale da decenni e che adesso, non si può che dire purtroppo, sono state esportate anche nel Nord, in quelle terre che almeno questo fenomeno non conoscevano.

E, se qualcuno ancora non lo avesse capito, ecco un altro dei danni che fa la mafia ed il malaffare: deprime l’economia.

Perchè, nel suo piccolo o grande che sia, un articolo del genere che parla di mafia in Sicilia, citando una unica città, Scicli, darà certamente un’immagine negativa. Un americano che abbia la voglia di farsi un giretto dalle nostre parti, cosa potrebbe pensare?

“He (Paolo Borrometi, ndr) started his own website five years ago. His first investigation, on mafia infiltrations among top officials in the town of Scicli, contributed to the government’s decision to dissolve city hall”. The New York Times

Il malaffare deprime la società

Dite che non cambia niente? Andreste a fare un giro a Caracas, Venezuela, definita tra la città più violente del mondo, dove ci sono assassini e uccisioni a decine al giorno? No? eppure mi dicono miei conoscenti venezuelani sia bellissima.

Da Leggere  Terza edizione del Oltremente Festival

O anche a Londra, che da qualche anno sta acquisendo il tragico primato di città di violenta d’Europa con un tasso di accoltellamenti in giro per la città, come non si era mai sentito? Ovvio, non accadrà a voi se ci andate, ma chi può scommettere?

La stessa cosa penserà un americano o chi leggerà il NYT di Scicli e della provincia. Ecco cosa crea la mafia: rinsecchimento e malattia sociale.

Costringe un giovane giornalista ad andare segregato dalla sua vita per non mettere in pericolo la sua stessa vita e condanna un territorio a diventare sterile.

 

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.